E-commerce e privacy. Cosa fare?

privacy e-commerce

E-commerce. Come essere conformi con la normative sulla privacy?

La progettazione di un ecommerce deve prendere in considerazione una serie di elementi riguardanti la gestione dei dati degli utenti e la conformità con la normativa sulla privacy.

I seguenti elementi vanno analizzati attentamente sia da un consulente legale sia dagli sviluppatori che si occuperanno di realizzare il sito per far in modo che l’ecommerce sia progettato per rispondere alle esigenze promozionali e commerciali e contemporaneamente non leda i diritti degli utenti.

Gli aspetti da considerare.

Per essere conforme alla normativa sulla Privacy, il gestore dell’ecommerce deve valutare i seguenti aspetti:

  • Profilazione del cliente – la conoscenza dei gusti e delle esigenze del cliente attraverso l’analisi del comportamento di navigazione è fondamentale per orientare il proprio business.
    La profilazione dell’utente avviene spesso attraverso i cosiddetti cookie di profilazione che permettono di collezionare dati in merito al comportamento di navigazione dell’utente. La profilazione va necessariamente comunicata al Garante e comporta la necessità di acquisire il consenso dell’utente. In relazione alla tipologia di Cookie utilizzati variano le modalità di comunicazione all’utente.
  • Utilizzo di un carrello – l’utilizzo di un carrello permette di agevolare gli utenti nell’acquisto di più prodotti sul sito aumentando in tal modo gli introiti.Tuttavia l’esistenza di un carrello comporta l’utilizzo di cookie che va opportunamente segnalata attraverso la pagina dedicata ai Cookie.
  • Metodologie di pagamento – per tutelare la privacy degli utenti è preferibile utilizzare moduli di pagamento forniti dai principali circuiti in modo da garantire la sicurezza nelle transazioni e fare in modo che i metodi siano conosciuti dagli utenti.
  • Newsletter –  l’utilizzo di un sistema di newsletter comporta la richiesta del consenso al trattamento dei dati. E’ necessario quindi informare il cliente richiedendogli di esprimere specificamente il proprio consenso a ricevere le notizie della newsletter.
  • Pagina Cookie – su ogni sito e-commerce deve essere presente una pagina in cui vengono descritti i cookie che vengono utilizzati sul sito web, in particolare quelli di profilazione.
  • Pagina Privacy –  su ogni sito e-commerce deve essere presente una pagina in cui vengono descritte le modalità di trattamento dei dati degli utenti.

Utilizzo di Google Analytics  l’utilizzo del sistema di analytics di google, deve presentare il blocco preventivo  per evitare che l’utente sia tracciato prima ancora che abbia accettato la policy relativa ai Cookie. Inoltre Google Analitycs non deve permettere di identificare i singoli utenti e per questo il codice utilizzato deve prevedere la cosiddetta Anonimizzazione.

Ricordiamo che i gestori degli e-commerce da pochi mesi sono obbligati ad inserire sul loro sito un link alla piattaforma ODR creata dall’Unione Europea rendendo il link facilmente accessibile. La piattaforma ODR (Online Dispute Resolution) è un sito gestito dall’Unione Europea per la risoluzione online delle controversie.

Attraverso il sito il consumatore che ha acquistato online può presentare un reclamo. ODR contatterà il venditore e, se il venditore è d’accordo, metterà in comunicazione venditore e consumatore con un organismo esterno che si dovrà occupare di risolvere il contenzioso entro 90 giorni dalla segnalazione del reclamo. Sia gli acquirenti che il venditori non sono obbligati ad aderire a questa procedura alternativa.

Fonte: codacons.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *