Facebook shops, tutto quello che c’è da sapere

Come vendere senza un e-commerce

Fino ad oggi hai utilizzato i social come vetrina? Utilizzavi Instagram shop “taggando” i tuoi prodotti precedentemente caricati sull’e-commerce? Dimentica tutti questi passaggi! Con Facebook shops sarà possibile vendere attraverso i social senza avere un sito. Come? Cercheremo di capirlo insieme nell’attesa di poter usare finalmente questa novità!

Facebook shops che cos’è

L’annuncio della nuova funzionalità di Facebook è di pochi giorni fa ed è certamente connessa all’emergenza che stiamo vivendo. Il Coronavirus ha accelerato drasticamente il processo di digitalizzazione, come avevamo già detto. Il boom di vendite on line ha dato una spinta ulteriore ad un progetto che Facebook Inc aveva in mente da tempo. Non a caso Mark Zuckerberg ha annunciato durante la sua diretta che: “L’espansione dell’e-commerce sarà importante per iniziare a ricostruire l’economia mentre la pandemia continua”. Nelle intenzioni Shops dovrebbe migliorare l’esperienza standard del commercio online, memorizzando le credenziali di pagamento degli utenti in un unico luogo, per poi utilizzarle su qualsiasi vetrina di Facebook o Instagram. Come funzionerà? Tutte le aziende abilitate potranno aprire facilmente il loro shop on line. La creazione del negozio sarà gratuita e soprattutto personalizzabile. Sarà infatti possibile scegliere, non solo i prodotti che andranno nel loro catalogo, ma anche l’aspetto del negozio virtuale impostando un’immagine di copertina e usando colori in linea con il brand.

Come funzionerà Facebook shops

I nuovi Shops saranno disponibili sulle pagine Facebook aziendali ma l’utente potrà trovarli anche attraverso storie o annunci. Vediamo nel dettaglio cosa sarà possibile fare:

  • Il cliente potrà sfogliare l’intera collezione, salvare i prodotti e fare un ordine ma anche condividere il prodotto con gli amici.
  • Potrà chiedere consiglio alla “commessa” inviando un messaggio all’azienda attraverso WhatsApp, Messenger o Instagram Direct.
  • Attraverso un’interfaccia intuitiva, l’azienda inserirà i prodotti all’interno dello shop uno ad uno. Oppure potrà importare l’intero catalogo direttamente dall’e-commerce se disponibile.
  • Sarà indispensabile aver impostato il Business Manager, si tratta infatti di un elemento imprescindibile per accedere a questa nuova feature.
  • Altra interessante novità è rappresentata dalla funzionalità Live Shopping, che consentirà di taggare i prodotti all’interno di una Diretta in onda sia su Facebook che su Instagram. In questo modo la CTA potrà essere inserita nella diretta stessa accelerando i tempi di risposta dell’utente e favorendo l’acquisto d’impulso. Il tag apparirà nella parte inferiore del video e gli utenti avranno la possibilità di acquistare i prodotti con un semplice tap.
  • Si prospetta anche l’integrazione di tecnologie di realtà aumentata per offrire la possibilità di provare virtualmente i prodotti.
  • Sarà possibile collegare programmi fedeltà, consultare e controllare i propri punti e i premi.

Come attivarlo?

Non correte a spulciare tra le notifiche di Facebook o le opzioni della pagina. La nuova feature verrà attivata gradualmente e dovremo aspettare ancora un po’. “A partire da oggi, inizieremo un lancio graduale degli shop per le aziende di tutto il mondo su Facebook e Instagram Shopping. Inizieremo prima con le attività che utilizzano Instagram Shop e amplieremo l’accesso nei prossimi mesi. Le aziende idonee riceveranno un’email quando lo shop sarà pronto per la personalizzazione ” ha precisato Zuckerberg.

Una volta ricevuta la notifica verrà inviato un link per lo “Shop Builder”, un’estensione degli strumenti di gestione della Pagina. Quindi, l’azienda potrà generare il proprio Commerce Account.

Restrizioni ed opportunità

Tra i vantaggi e le nuove opportunità che Facebook Shops offre, c’è sicuramente una più attenta profilazione dell’utente. Immagina la quantità di dati in possesso di Facebook su ognuno di noi! Sarà più semplice attraverso queste informazioni avere un profilo del consumatore ideale per il tuo prodotto. Riuscirai così ad offrire una maggiore personalizzazione dell’esperienza d’acquisto. Non solo, grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, Facebook riuscirà a mostrare alle persone solo quello che interessa veramente. Tutto questo si tradurrà in un aumento esponenziale del tasso di conversione.

Facebook Shops, inoltre, potrà dialogare con altre piattaforme come Shopify, BigCommerce, Woocommerce, e tante altre che in questi giorni stanno collaborando al nuovo progetto del social network. Si potranno, quindi, integrare tool di terze parti per gestire il proprio negozio su Facebook. Si ampliano anche le opportunità di realizzare strategie di advertising, mirate, per sponsorizzarlo.

Per ora le limitazioni a noi note riguardano la tipologia di prodotti. È infatti vietato commercializzare:

  • Servizi
  • Medicine
  • Dispositivi medici e per smettere di fumare
  • Contenuti scaricabili e in abbonamento
  • Prodotti per adulti
  • Alcolici
  • Animali
  • Integratori
  • Esplosivi, munizioni e veleni

Il futuro del commercio elettronico

Qual è dunque il futuro del commercio elettronico? A quanto pare molto sarà investito nella messaggistica istantanea. La prospettiva infatti è quella di permettere la visualizzazione del negozio anche attraverso app di messagistica. Questa possibilità c’è già su Whatsapp business ma in futuro sarà possibile anche fare acquisti direttamente in una chat su Messenger o Instagram Direct. Il progetto è stato già annunciato da Facebook Inc che è a lavoro per realizzarla. La velocità e l’immediatezza saranno le parole chiave del commercio elettronico del futuro, insieme ad un’altra, la condivisione. Lo shopping sarà condiviso con gli amici, esattamente come avviene nella realtà. Questo non deve spaventarci. Non è la fine dei negozi fisici e dell’esperienza diretta con i prodotti e i venditori. Deve semmai farci riflettere sulle nuove opportunità che offre. Si tratta di guardare le cose da un’altra prospettiva: è un canale nuovo e aggiuntivo per vendere e permette di superare il limite territoriale della clientela ma anche emergenze come quelle che abbiamo vissuto. Si potrà vendere h24 anche a serrande abbassate.  Sicuramente, il futuro dell’e-commerce, anche per Facebook, passa per i piccoli negozi.

Solo se saranno accompagnati da esperti capaci, sapranno sviluppare relazioni di qualità con il cliente e produrre contenuti di qualità personalizzati.

Noi siamo qui per questo! Se vuoi sapere di più su come sfruttare al massimo i canali digitali di vendita scrivici per una consulenza. Entro il 20 Giugno avrai 30 minuti di consulenza gratuita! Approfitta della promo in corso.

Ti è piaciuto il contenuto?

Vota premendo sulle stelle!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Hai trovato utile questo post?

Seguici sui social media!