ICT e sostenibilità, un connubio possibile?

Come le nuove tecnologie potranno salvare l’ambiente

I cambiamenti climatici e la sostenibilità sono oggi al centro dell’attenzione dei consumatori e, di conseguenza, dei brand. Abbiamo già affrontato la questione parlando di Green Marketing, in questo post affronteremo l’argomento dal punto di vista tecnologico.  Una ricerca firmata Stern Center for Sustainable Business e IRI della NYU, ha rilevato che i prodotti sostenibili commercializzati sono stati responsabili del 50% della crescita del mercato tra i prodotti confezionati tra il 2013 e il 2018.Un recente studio di Accenture, inoltre, ha rilevato che le abitudini di acquisto dei consumatori potrebbero essere modificate dalla pandemia e che il “consumo etico” è in aumento. Il 45% degli intervistati ha riferito di fare scelte più sostenibili e probabilmente continuerà a farlo in futuro. Molta fiducia è riposta nel settore dell’ Information and Communication Technologies.

ICT che cosa sono?

Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (acronimo TIC o ICT) sono l’insieme dei metodi e delle tecniche utilizzate nella trasmissione, ricezione ed elaborazione di dati e informazioni. È possibile dividere le TIC in due sottosettori:

  • Le tecnologie dell’informazione
  • Le telecomunicazioni.

Le prime includono l’insieme dei metodi e delle tecnologie per l’archiviazione, la trasmissione e l’elaborazione di dati e informazioni. Le seconde si riferiscono alla comunicazione a distanza. Oggi le ICT permeano le nostre esistenze: informazione on-line, cloud computing, reti sociali, commercio elettronico, marketing digitale, GIS, domotica, realtà virtuale, trasporto automatizzato, ecc. sono tutti esempi di queste tecnologie.

La ricerca Ericsson “Consumatori, sostenibilità e ICT”

Come detto le ICT sono impiegate in molti ambiti della vita quotidiana e sono sempre più connesse allo sviluppo sociale ed economico delle comunità. Proprio per questo Ericsson ha deciso di indagare il rapporto tra nuove tecnologie della comunicazione e vita sostenibile. Il nuovo report “Consumatori, sostenibilità e ICT” del ConsumerLab di Ericsson si basa su uno studio quantitativo che ha coinvolto 12.000 utenti Internet di tutto il mondo (Stati Uniti, Brasile, Regno Unito, Germania, Spagna, Russia, Sudafrica, Arabia Saudita, India, Malesia, Cina e Australia).

Prima di tutto l’indagine rileva un accresciuto interesse e una maggiore preoccupazione alle tematiche ambientali. Solo negli ultimi due decenni, i consumatori sensibili all’inquinamento sono aumentati, passando da uno su cinque a quasi uno su due. Anche l’interesse verso i cambiamenti climatici e il riscaldamento globale è cresciuto, dal 13% degli intervistati al 50%. Dati davvero rassicuranti.

Ma a chi riconoscono responsabilità in questo ambito:

  • Per l’80% la colpa è della politica
  • Di questi il 70% ritiene che sia anche dei cittadini
  • Il 50% dei consumatori si aspettano che aziende e brand si assumano la loro parte di responsabilità.

ITC e sostenibilità, i consumatori ci credono

I consumatori credono che l’innovazione tecnologica sia fondamentale per affrontare le sfide ambientali future. Sono ben il 46% degli intervistati a pensarla così ed il 36% vorrebbe che i propri dispositivi offrissero consigli per vivere in maniera sostenibile.

“Gli strumenti e i servizi ICT possono svolgere un ruolo importante, supportando i consumatori nel loro impegno quotidiano per ridurre l’impatto ambientale personale”, afferma Zeynep Ahmet Vidal, Senior Researcher di Ericsson Consumer & IndustryLab e autore del rapporto.

“Secondo il nostro studio ‘Consumatori, sostenibilità e ICT’, i consumatori percepiscono l’ICT come utile nella loro vita quotidiana, sia per ragioni ambientali, di salute, economiche o legate alla convenienza. Ma l’ICT possiede anche il potenziale per abilitare l’innovazione nella climate action; in questo ambito gli operatori hanno un’opportunità e una posizione uniche per fornire nuove soluzioni per aiutare i consumatori a compiere scelte più sostenibili nella loro vita quotidiana”.

Il futuro è sostenibile

Si tratta di dati che le aziende e i brand non possono non tenere in considerazione nella loro politica di sviluppo e di marketing. Se avere una green vision è fondamentale, il connubio tra tecnologia e sostenibilità può rivelarsi fonte di business innovativi.

I consumatori cercano qualità e longevità e stanno ridefinendo il rapporto con gli acquisti. Preferiscono il km zero e confezioni per cibo da asporto riciclabili ed ecosostenibili.

Ma in quali settori i consumatori vorrebbero una maggiore applicazione delle ICT? Ericsson rivela i campi di maggiore interesse:

  1. Ambient home hub. Un hub smart che suggerisca come migliorare la qualità dell’aria o dell’uso di energia nelle diverse parti della casa. 41%
  2. The adaptive home. Un hub smart che controlli riscaldamento, luci e l’attivazione degli elettrodomestici al passaggio delle persone. 39%
  3. The sustainable shopper. Ovvero una guida allo shopping che consenta di analizzare l’impatto ambientale dei prodotti e offra suggerimenti per prodotti simili ma dall’impatto sostenibile. 37%
  4. Green automated food deliveries. Un servizio di cibo a domicilio eco, organico e stagionale che avvisino circa lo stato di decomposizione del prodotto. 33%
  5. Climate-friendly travel planner. Una applicazione che consenta di pianificare viaggi sostenibili, dal punto di vista dei trasporti e sotto l’aspetto economico. 31%
  6. Food carbon credit calculator. Una app che calcoli le emissioni dei tuoi pasti, consentirebbe di scoprire l’impatto ambientale della tua dieta e suggerisca miglioramenti. 31%
  7. Circular fashion on-the-go. Un servizio che offra opzioni di seconda mano, vintage o in affitto di abiti per occasioni speciali che potrebbero essere disponibili nelle immediate vicinanze. 30%
  8. The virtual city hangout. Una esperienza di realtà virtuale da condividere con amici a distanza per scoprire insieme una città. 26%

 

Le nuove opportunità di business

Gli effetti positivi e negativi delle ICT per la maggior parte dei parametri di sostenibilità tendono a bilanciarsi. E ci riferiamo con questo alle emissioni prodotte per lo sviluppo di queste nuove applicazioni. L’impatto delle ICT sull’ambiente è determinato soprattutto da fattori esterni come le politiche pubbliche, la crescita economica e la forza lavoro. E saranno tutti questi fattori a determinare o meno, il loro impatto sulla sostenibilità ambientale. Quello che questa analisi ha sicuramente messo in luce sono i molteplici settori, dallo shopping alla domotica, dal food delivery al travel, in cui è possibile sviluppare applicazioni e tecnologie che oggi molti consumatori acquisterebbero. Si tratta di opportunità di studio e business da non sottovalutare e che rispondono ad esigenze sempre più crescenti. Attenzione, quindi, non solo a curare la sostenibilità dei tuoi prodotti e del tuo sistema produttivo ma anche a come le ICT potranno aiutarti nel farlo. Se vuoi cominciare questo viaggio chiamaci per una consulenza gratuita, parleremo di come fare marketing sostenibile e delle ultime novità del settore.

Non lasciarti scappare l’occasione di essere al passo coi tempi…un passo tutto green!

Ti è piaciuto il contenuto?

Vota premendo sulle stelle!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Hai trovato utile questo post?

Seguici sui social media!